www.borgosabotino.it

 
  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Centrale Nucleare

Borgo Sabotino, la verifica dei segnali di emergenza dell'impianto nucleare

Borgo sabotino

Sabato mattina, 28 giugno, sarà effettuata la prova periodica dei segnali acustici di emergenza della centrale nucleare di Latina. L’ultima prova è stata eseguita lo scorso 22 marzo. Tale attività, comunicata all’Autorità di controllo Ispra, con la quale è stata concordata, prevede il suono delle sirene di allarme per una durata complessiva di circa 2 minuti. Questa prova avviene con frequenza trimestrale e rientra nel programma temporale per le attività di verifica delle apparecchiature e di addestramento del personale, secondo quanto stabilito nelle prescrizioni di licenza della centrale nucleare di Latina. Latina.ogginotizie-27.06.2014

 

Di Mambro (Pd): Riunire il Tavolo della Trasparenza

Nucleare

"Va riunito il Tavolo della Trasparenza" per la questione del nucleare a Latina. Sono le parole di Luigi Di Mambro, responsabile provinciale Giustizia e Legalità del Partito Democratico provinciale di Latina. "Le visite ristrette non sono sufficienti. Non è certo - prosegue - con le pur doverose visite istituzionali ristrette e con gli inviti selezionati ad alcuni parlamentari che la Sogin può tranquillizzare l’opinione pubblica pontina rispetto ad un doppio processo, quello del decommissioning e quello dello stoccaggio, che coinvolge la sicurezza dei cittadini e la salvaguardia del territorio". Il riferimento è ovviamnete alla visita che ieri 25 parlamentari hanno fatto con i veritic della Sogin all'interno della ex centrale nucleare di Borgo Sabotino a Latina, allo scopo di vedere il deposito temporaneo dei rifiuti radioattivi appena ultimato e dove saranno raccolte le scorie del sito pontino a bassa e media attività.

Leggi tutto...
 

Nucleare. Nel capoluogo solo i rifiuti radioattivi di Borgo Sabotino

 

A chiarirlo è stato l'amministratore delegato di Sogin, Riccardo Casale, durante l'incontro con la stampa e con i 25 parlamentari che oggi si sono recati in visita al sito di Borgo Sabotino. L'ad della società che si occupa del decommissioning delle centrali nucleari ha spiegato che a Latina ci saranno soltanto i rifiuti di Latina, così come in ogni altra centrale ci saranno soltanto i rifiuti radioattivi locali. Questo, fin quando non sarà realizzato il deposito definitivo nazionale, che raccoglierà invece per 300 anni i rifiuti di prima e seconda categoria (bassa e media attività) provenienti da tutta Italia. Sarà un deposito ad alta tecnologia e sicurezza, del tutto simile a quelli già presenti in Paesi come la Francia, la Spagna e la Svizzera. Oltre al deposito nucleare, il territorio "designato" ospiterà anche il parco tecnologico e di ricerca, che collaborerà con eccellenze a livello internazionale.

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 46

chi è on-line

 20 visitatori online

Sostieni il Borgo

Importo: 


Banner

passo genovese