www.borgosabotino.it

 
  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Centrale Nucleare

Il senatore Vacciano: "Deposito nazionale di scorie nucleari, il Governo faccia chiarezza"

Il parlamentare pontino presenta una interrogazione per fare luce sulla vicenda che riguarda i rifiuti nucleari

Il deposito di scorie nucleari resta uno spauracchio per molti comuni della Penisola. Per questo il senatore del Gruppo Misto Giuseppe Vacciano ha presentato una interrogazione al Ministero dello Sviluppo economico per avere chiarimenti sull'iter. "Il deposito unico nazionale per i rifiuti radioattivi e per il combustibile esaurito - si legge nella nota prodotta dal senatore Vacciano -  prima o poi dovrà essere realizzato da qualche parte. E' da tempo, dal 2015, che il Governo annuncia che presto renderà noto il luogo prescelto per la realizzazione di questo sito di stoccaggio ma di volta in volta rimanda lasciando cittadini e istituzioni locali in balìa del timore di ritrovarsi calato dall'alto l'obbligo di ospitare l'immagazzinamento ultracentenario di materiale irraggiato all'interno del proprio territorio.

Leggi tutto...
 

Deposito di scorie nucleari, il sito nazionale è ancora un miraggio

Intanto nel capoluogo Sogin ha quasi ultimato quello temporaneo per i rifiuti di Sabotino

Il deposito di scorie temporaneo rischia, come nella migliore delle tradizioni italiane, di diventare pericolosamente "definitivo". Sì perché da quasi due anni il Governo italiano rinvia la decisione rispetto all'individuazione del luogo in cui costruire il deposito nazionale di scorie. Lo scorso 13 luglio la Commissione europea ha inviato a Roma quello che nel gergo di Bruxelles si chiama "parere motivato". E cioè un richiamo formale al rispetto del diritto dell'Unione, che fa scattare due mesi di tempo per rispondere prima del deferimento alla Corte di giustizia europea.

Leggi tutto...
 

Open Gate, la Sogin apre le porte alle centrali nucleari in decommissioning

Borgo Sabotino

Sabato 6 e domenica 7 maggio si terrà la seconda edizione di “Open Gate”, l’iniziativa con cui Sogin apre contemporaneamente le porte degli impianti nucleari in decommissioning ai cittadini. “L’evento – spiega Sogin -, che viene replicato dopo il successo di adesioni registrato nel 2015, conferma l’impegno della Società nel garantire informazione, trasparenza e partecipazione. Con Open Gate 2017, oltre 3.000 visitatori avranno l’occasione, iscrivendosi on line su www.sogin.it entro il 20 aprile, di conoscere le modalità e le tecnologie adottate da Sogin nello smantellamento degli impianti nucleari e nella gestione dei rifiuti radioattivi.

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 48

chi è on-line

 57 visitatori online

Sostieni il Borgo

Importo: 


Banner

passo genovese